Voci Migranti ai tempi dell’emergenza del Corona Virus

La Voce di Laura

Mi chiamo Laura, vengo da El Salvador. Abito a Milano da tre anni e lavoro come badante. Ho un contratto full time e abito con la signora che assisto.

 

La mia situazione non è cambiata tanto perché già da prima non uscivo come normalmente esce una persona. Siccome il figlio della signora abita fuori Milano ed è l’unico figlio io non posso uscire facilmente. La signora ha l’Alzheimer e quindi non la si può lasciare sola.

 

La signora è un po’ difficile da gestire e per quello faccio fatica a trovare una persona che possa sostituirmi. Questo peggiora la mia possibilità di uscire e mi sento come se fossi in galera.

 

Prima comunque uscivo pochissimo, qualche fine settimana, per trovare le amiche o bere qualcosa al bar, comunque le mie uscite non erano normali come quelle di altre persone che fanno il mio stesso lavoro.

 

Adesso esco solo per fare la spessa e devo fare in fretta perché lascio da sola la signora e ho paura che le succeda qualcosa. Quando vado a fare la spessa ho paura di contagiare la signora. A volte ci sono persone che non mantengono la distanza di un metro oppure non indossano la mascherina.

 

Mi sento quindi in galera, ancore meno libera di prima!

 

Penso che tutti stiamo affrontando la stessa situazione nelle case, si litiga spesso. Ma con la signora con cui lavoro è peggio perché lei sta peggiorando con la malattia. A volte è aggressiva, mi insulta, mi offende e qualche volta mi picchia. Sta diventando molto più difficile gestire tutto questo.

 

Lavoro 24 ore su 24, molto di più di quello che dovrebbe essere il mio orario di lavoro. Pulisco più spesso la casa, cucino cose naturali per aiutare la signora a mantenere la sua salute, lo faccio anche per me. Comunque pulisco tutto molto di più, lavo bene i piatti e le posate, per evitare qualsiasi tipo di contagio. Quando torno da fare la spesa seguo una procedura di disinfestazione perché non so se magari porto il virus da fuori.

 

Mi pagano la stessa cifra che ho sempre guadagnato, secondo il contratto. A volte ho paura di perdere questo lavoro perché nessuno dura tutta la vita in questa terra. La signora ha una età avanzata e questo mi fa pensare che forse potrei rimanere senza lavoro, ancora peggio se mi capitasse in questo periodo di emergenza!

 

Ringrazio Dio perché nessuna persona vicina ha preso il virus. Non conosco nessun caso neanche tra le mie conoscenze.

 

Mi sono informata su cosa bisogna fare prima e dopo il contagio. Se qualcosa non va, se io o la signora non ci sentiamo bene so che devo contattare prima il medico di base o la guardia medica e poi loro mi diranno come comportarmi.

 

La mia situazione rispetto ai documenti, al permesso di soggiorno, non è cambiata, è sempre la stessa, pensavo che qualcosa poteva cambiare in questo periodo.

 

Vengo da un paese che ha molte difficoltà, pensavo di trovare una situazione diversa in Italia. Invece è come se c’è l’avessero con gli stranieri. Sinceramente non pensavo che questo poteva capitare in un paese che fa parte dell’Europa, pensavo che qui fosse le cose fossero diverse, credevo che erano più attenti ai diritti umani, invece Italia deve imparare ancora tanto.

 

Per me è stato difficile capire la modalità di gestione dell’autocertificazione, hanno cambiato il modulo una o due volte mi pare, e quindi ho paura. Ci sono due supermercati a cui vado, non tanto vicini, e a volte penso che mi fermeranno se non porto quel documento.

 

Questo cambio di vita così drastico ci ha colpito psicologicamente. Penso che tutti quelli che siamo stati in quarantena dovremo avere un aiuto psicologico. Pensiamo al modo in cui è stata gestita l’informazione, dai telegiornali arrivavano sempre cose negative.

 

Dopo la quarantena le persone si scopriranno diverse, saranno più nervose, più prepotenti… Non sappiamo come ci comporteremo e penso che avremo bisogno di aiuto psicologico. Secondo me è troppo presto per avviare la fase due, ancora stanno morendo delle persone, ancora ci sono dei malati, c’è ancora in giro il virus, non si può fare questo adesso. Secondo me il governo non si preoccupa per noi, tanto loro stanno bene.

 

La Caritas e altri centri stanno aiutando le persone che hanno bisogno, danno del cibo. Ho sentito che ci sono aiuti da parte dello Stato, ma non mi sembra riguardino le badanti. Se uscisse qualche decreto su questo vorrei saperlo. Ho sentito che ‘è il bonus baby sitter per esempio. Se ho bisogno di informarmi di più so che esistono i sindacati.

 

Nel mio paese la mia famiglia per il momento sta bene, per fortuna! Credo che il mio paese sta affrontando bene la situazione del Coronavirus. Secondo me abbiamo un bravo presidente e grazie a Dio stanno contenendo l’emergenza nel miglior modo possibile.

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Kwame

Mi chiamo Kwame e vengo dal Ghana. Sono arrivato in Italia quattro anni fa per studiare all’università...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lissa

Mi chiamo Lissa, sono brasiliana e ho 27 anni. Mi sono trasferita in Italia circa 2 anni per fare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Wendy

Sono Wendy e vengo dal Perù. Sono arrivata in Italia una decina di anni fa per raggiungere...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Asllan

Mi chiamo Asllan e vengo dall’Albania. Ho cinquant’anni, da trenta vivo in Italia e da venti a Pavia...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Diana

Sono Diana e vengo dalla Romania, ma ormai da tanti anni mi trovo in Italia per lavoro. Sono arrivata...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lupo

Mi chiamo Lupo, vengo dal Perú, abito in centro a Milano da dieci anni. La mia vita era...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Laura

Mi chiamo Laura, vengo da El Salvador. Abito a Milano da tre anni e lavoro come badante...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Celia

Mi chiamo Celia, vengo dal Perù, sono arrivata in Italia alla fine degli anni Novanta quando...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Enasha

Mi chiamo Enasha e vengo dallo Sri Lanka. Sono arrivata in Italia quasi vent’anni fa grazie a...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Gardenia

Mi chiamo Gardenia, ho quasi 60 anni e vengo dall’Ecuador. Sono qui in Italia da quasi vent’anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Speranza

Mi chiamo Speranza, sono rumena e sono arrivata in Italia a metà degli anni 2000. Faccio la...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Linda

Mi chiamo Linda, sono albanese e vivo in Lazio da più di 20 anni. Ho 46 anni e due figli poco più...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Glenda

Mi chiamo Glenda vengo da El Salvador e sono qui da quasi 5 anni. Abito a Milano con mio marito...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ernesto

Mi chiamo Ernesto, sono di El Salvador e abito a Milano da sei anni. Ho anche una figlia che abita...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Hayman

Sono Hayman. Vengo dal sud dell’Egitto, da una città non grandissima, molto più piccola...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Luna

Mi chiamo Luna. Sono una ragazza peruviana che vive in Italia da quasi 20 anni. Ho vissuto tanti...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lalo

Mi chiamo Lalo e vengo da una città in Perù in cui c’è tanto sole. Ho una famiglia numerosissima...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Karim

Mi chiamo Karim, ho 35 anni e sono egiziano. Vivo in Italia da quasi quindici anni e ho sempre...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Tatiana

Mi chiamo Tatiana, vengo da El Salvador, sono arrivata in Italia circa quindici anni fa per cercare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Marcia

Mi chiamo Marcia, sono sposata. Vengo dall’Ecuador e sono in Italia da tanti anni. All’inizio abbiamo...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Amira

Mi chiamo Amira. Sono tunisina. Abito in Italia da una decina d’anni insieme a mia figlia. Lavoro nel settore...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Adriana

Mi chiamo Adriana, vengo dall’Ecuador e sono in Italia da quasi dieci anni. Abito a Milano in un...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Baobab

Mi chiamo Baobab, sono un giovane ragazzo maliano e vivo in Italia da non molti anni. Quando sono...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Jhon

Mi chiamo Jhon, sono peruviano e sono da circa due anni in Italia. Ho fatto tanti lavori, prima che...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ricardo

Mi chiamo Ricardo, sono ecuadoregno e sono in Italia da più di vent’anni. Sono un operatore sociosan...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Vicky

Mi chiamo Vicky, sono nata in Uruguay. Faccio la tata, la babysitter, la colf, le pulizie, di tutto un po’...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Gioia

Mi chiamo Gioia, vengo dalla Nigeria, vivo con mio marito ed i miei figli. Sono in Italia da oltre vent’anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Jamila

Mi chiamo Jamila, sono africana e sono arrivata in Italia più di quindici anni fa. Sono venuta per fare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ana

Mi chiamo Ana, vengo dall’Ecuador e sono da più di 20 anni in Italia. Lavoro in una RSA come operatrice...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Doris

Mi chiamo Doris e vengo dal Perú. Sono in Italia da oltre 20 anni. Abito insieme ai miei due figli e pochi...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Silvia

Mi chiamo Silvia, sono peruviana. Sono in Italia sin dagli anni 90. Lavoro nel campo sanitario da più di...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Emilio

Mi chiamo Emilio, sono arrivato a Milano 6 anni fa dalla Colombia. Nel mio Paese, dopo aver frequentato...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Viviana

Mi chiamo Viviana, sono ecuadoregna, vivo in Italia da oltre 15 anni. Sono venuta insieme a mio marito e...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Fior di Loto

Mi chiamo Fior di Loto sono una studentessa-lavoratrice. Provengo da El Salvador e abito...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Liliana

Sono Liliana, sono un’infermiera peruviana e sono arrivata in Italia da più di una decina di anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Angelica

Mi chiamo Angelica. Sono interprete e mediatrice linguistica e culturale, mamma e casalinga. Sono....

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Fernando

Mi chiamo Fernando, sono Architetto e vengo dalla Colombia.  Sono in Italia da 21 anni e vivo da solo...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Maria

Mi chiamo Maria, sono peruviana. Sono arrivata in Italia 20 anni fa. Ho tre bambini piccoli. Sono tutti nati....

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Marcia

Mi chiamo Marcia, sono peruviana e faccio la mediatrice linguistica culturale. Sono arrivata in Italia...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Giovanna

Sono Giovanna, vengo dal Perú, sono arrivata qui quando avevo 19 anni, ora ne ho 46, quindi sono la...

Continua a leggere