Voci Migranti ai tempi dell’emergenza del Corona Virus

La Voce di Lissa

Mi chiamo Lissa, sono brasiliana e ho 27 anni. Mi sono trasferita in Italia circa 2 anni per fare il dottorato di ricerca in Fisica. Abito da sola in un monolocale. Prima del coronavirus mi svegliavo e andavo all’università per tutta la giornata, la sera cucinavo e suonavo la chitarra. Nel weekend andavo a trovare i miei amici, che ora non sono più in Italia a causa del covid e frequentavo l’associazione “ci siamo anche noi” circa 2 volte alla settimana. Durante la settimana non uscivo molto, nel weekend spesso andavo al fiume.

Mi mantengo con la borsa di dottorato, sono 1300 euro al mese, che al netto delle tasse diventano 1130 euro. Da quando è iniziata la pandemia non sono riuscita a tornare in Brasile. Il mio fidanzato vive là e stava pianificando di trasferirsi in Portogallo per 3 mesi, dove sarei potuta andare a trovarlo ogni mese. Adesso staremo separati fino all’anno prossimo. A causa della pandemia non ho potuto partecipare alle conferenze previste dal mio percorso di studi. Per fortuna molti seminari continuano online.

Il primo mese di lockdown è andato bene, poi stare chiusa in un monolocale ha iniziato a pesarmi. Sono molto estroversa e ho bisogno di vedere le altre persone. Da sola è un po’ triste. Però mi rendo conto di essere fortunata. Ho la borsa di studio e posso lavorare da casa. Però psicologicamente è un po’ pesante. Per fortuna internet aiuta a combattere la solitudine. Posso parlare con i miei amici in Brasile e quelli qua in Italia. Una cosa buona che è successa dall’inizio del coronavirus è che ho finalmente conosciuto i miei vicini. Sono gentili. Ci siamo ritrovati nel giardino interno del palazzo. Normalmente non c’era mai nessuno, ma quando non si poteva uscire le persone scendevano in giardino per camminare un po’.

Da un punto di vista economico per me non è cambiato niente con il Covid, ricevo sempre la mia borsa di studio regolarmente sul conto corrente. Di solito non ho neanche bisogno di prelevare e pago tutto con la carta. Ritiro solo per fare la lavatrice. Abbiamo una lavatrice comune nell’edificio con il gettone da acquistare da una macchinetta automatica. Non ho avuto bisogno di chiedere aiuti allo Stato e ad ogni modo non ho potuto accedere agli aiuti del comune perché non ho la residenza.

In questo periodo ho fatto delle donazioni agli ospedali e spesso ho dato qualcosa a chi chiedeva l’elemosina, perché non c’era nessuno in giro e non sapevano a chi chiedere soldi. Nessuna delle persone che conosco si è ammalata di covid. Solo l’amico di un’amica si è ammalato, ma non lo conosco direttamente. In Brasile, mio papà e mia zia sono medici. Mia zia ha visto molte persone che si sono ammalate, ma nessuno che conosco.

Qua ho un permesso di soggiorno da studente che ho rinnovato l’anno scorso e scadrà a breve. Avevo un appuntamento a giugno in questura, ma è stato rimandato per due volte, prima ad agosto, poi a ottobre. Durante il lockdown sono uscita solo 2 volte per fare la spesa. L’università si è riorganizzata completamente online. Penso che i professori stiano lavorando di più perché è difficile gestire tutto online. Ma le lezioni sono buone. Per gli studenti nuovi forse è difficile concentrarsi, ma per me funziona. In realtà lavoro più di prima perché non ho molto altro da fare. É strano lavorare da casa perché non ci sono orari. Non c’è più il weekend, tutte le giornate sono uguali. Sento che devo tornare ad avere una routine, non mi sto trovando bene.

Anche se adesso si può uscire di nuovo, mi sembra ancora un po’ strano. Non ho paura del virus, ma se non ho bisogno evito di uscire. Sono uscita qualche giorno fa perché era il mio compleanno e ho fatto un giro in centro, ho preso un gelato. Volevo andare al fiume come facevo sempre prima, ma mi sembra un po’ strano. Penso che ci vorrà del tempo per tornare alla normalità. Ci sono persone che già escono, ma io non mi sento ancora a mio agio.

In Brasile la situazione è complicata perché il presidente non crede nel coronavirus. Ha licenziato il ministro della salute perché diceva alla gente di rimanere a casa, e ha fatto campagna mediatica contro la quarantena. Nel posto in cui vive il mio fidanzato stanno facendo la quarantena, ma non è lo stesso in tutto il paese. La situazione sta diventando sempre più complicata. Mia zia mi ha raccontato che ci sono stati vari contagi nell’ospedale in cui lavora. Mio zio si occupa proprio di malattie polmonari e mi ha racconta alcune storie. La situazione sta peggiorando, in alcuni ospedali non hanno più letti in terapia intensiva. Ho smesso di leggere le notizie sul Brasile ogni giorno per non avere l’ansia.

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Kwame

Mi chiamo Kwame e vengo dal Ghana. Sono arrivato in Italia quattro anni fa per studiare all’università...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lissa

Mi chiamo Lissa, sono brasiliana e ho 27 anni. Mi sono trasferita in Italia circa 2 anni per fare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Wendy

Sono Wendy e vengo dal Perù. Sono arrivata in Italia una decina di anni fa per raggiungere...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Asllan

Mi chiamo Asllan e vengo dall’Albania. Ho cinquant’anni, da trenta vivo in Italia e da venti a Pavia...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Diana

Sono Diana e vengo dalla Romania, ma ormai da tanti anni mi trovo in Italia per lavoro. Sono arrivata...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lupo

Mi chiamo Lupo, vengo dal Perú, abito in centro a Milano da dieci anni. La mia vita era...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Laura

Mi chiamo Laura, vengo da El Salvador. Abito a Milano da tre anni e lavoro come badante...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Celia

Mi chiamo Celia, vengo dal Perù, sono arrivata in Italia alla fine degli anni Novanta quando...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Enasha

Mi chiamo Enasha e vengo dallo Sri Lanka. Sono arrivata in Italia quasi vent’anni fa grazie a...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Gardenia

Mi chiamo Gardenia, ho quasi 60 anni e vengo dall’Ecuador. Sono qui in Italia da quasi vent’anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Speranza

Mi chiamo Speranza, sono rumena e sono arrivata in Italia a metà degli anni 2000. Faccio la...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Linda

Mi chiamo Linda, sono albanese e vivo in Lazio da più di 20 anni. Ho 46 anni e due figli poco più...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Glenda

Mi chiamo Glenda vengo da El Salvador e sono qui da quasi 5 anni. Abito a Milano con mio marito...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ernesto

Mi chiamo Ernesto, sono di El Salvador e abito a Milano da sei anni. Ho anche una figlia che abita...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Hayman

Sono Hayman. Vengo dal sud dell’Egitto, da una città non grandissima, molto più piccola...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Luna

Mi chiamo Luna. Sono una ragazza peruviana che vive in Italia da quasi 20 anni. Ho vissuto tanti...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Lalo

Mi chiamo Lalo e vengo da una città in Perù in cui c’è tanto sole. Ho una famiglia numerosissima...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Karim

Mi chiamo Karim, ho 35 anni e sono egiziano. Vivo in Italia da quasi quindici anni e ho sempre...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Tatiana

Mi chiamo Tatiana, vengo da El Salvador, sono arrivata in Italia circa quindici anni fa per cercare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Marcia

Mi chiamo Marcia, sono sposata. Vengo dall’Ecuador e sono in Italia da tanti anni. All’inizio abbiamo...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Amira

Mi chiamo Amira. Sono tunisina. Abito in Italia da una decina d’anni insieme a mia figlia. Lavoro nel settore...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Adriana

Mi chiamo Adriana, vengo dall’Ecuador e sono in Italia da quasi dieci anni. Abito a Milano in un...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Baobab

Mi chiamo Baobab, sono un giovane ragazzo maliano e vivo in Italia da non molti anni. Quando sono...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Jhon

Mi chiamo Jhon, sono peruviano e sono da circa due anni in Italia. Ho fatto tanti lavori, prima che...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ricardo

Mi chiamo Ricardo, sono ecuadoregno e sono in Italia da più di vent’anni. Sono un operatore sociosan...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Vicky

Mi chiamo Vicky, sono nata in Uruguay. Faccio la tata, la babysitter, la colf, le pulizie, di tutto un po’...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Gioia

Mi chiamo Gioia, vengo dalla Nigeria, vivo con mio marito ed i miei figli. Sono in Italia da oltre vent’anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Jamila

Mi chiamo Jamila, sono africana e sono arrivata in Italia più di quindici anni fa. Sono venuta per fare...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Ana

Mi chiamo Ana, vengo dall’Ecuador e sono da più di 20 anni in Italia. Lavoro in una RSA come operatrice...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Doris

Mi chiamo Doris e vengo dal Perú. Sono in Italia da oltre 20 anni. Abito insieme ai miei due figli e pochi...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Silvia

Mi chiamo Silvia, sono peruviana. Sono in Italia sin dagli anni 90. Lavoro nel campo sanitario da più di...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Emilio

Mi chiamo Emilio, sono arrivato a Milano 6 anni fa dalla Colombia. Nel mio Paese, dopo aver frequentato...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Viviana

Mi chiamo Viviana, sono ecuadoregna, vivo in Italia da oltre 15 anni. Sono venuta insieme a mio marito e...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Fior di Loto

Mi chiamo Fior di Loto sono una studentessa-lavoratrice. Provengo da El Salvador e abito...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Liliana

Sono Liliana, sono un’infermiera peruviana e sono arrivata in Italia da più di una decina di anni...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Angelica

Mi chiamo Angelica. Sono interprete e mediatrice linguistica e culturale, mamma e casalinga. Sono....

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Fernando

Mi chiamo Fernando, sono Architetto e vengo dalla Colombia.  Sono in Italia da 21 anni e vivo da solo...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Maria

Mi chiamo Maria, sono peruviana. Sono arrivata in Italia 20 anni fa. Ho tre bambini piccoli. Sono tutti nati....

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Marcia

Mi chiamo Marcia, sono peruviana e faccio la mediatrice linguistica culturale. Sono arrivata in Italia...

Continua a leggere

Voci Migranti ai tempi del Corona Virus

La Voce di Giovanna

Sono Giovanna, vengo dal Perú, sono arrivata qui quando avevo 19 anni, ora ne ho 46, quindi sono la...

Continua a leggere

Prossimi eventi

  1. La Marcia dei Nuovi Desaparecidos

    6 Maggio alle 18:30 - 19:30
  2. www.missingattheborders.org
    Persone non numeri!

    1 Giugno alle 0:00
  3. La Marcia dei Nuovi Desaparecidos

    3 Giugno alle 18:30 - 19:30
  4. www.missingattheborders.org
    Persone non numeri!

    1 Luglio alle 0:00
  5. La Marcia dei Nuovi Desaparecidos

    1 Luglio alle 18:30 - 19:30